venerdì 24 ottobre 2014

Zuppa di porri allo zenzero senza glutine



Quando ho pensato a questa zuppa, ho realizzato subito l'idea di condirla con l'uovo in camicia! Si! Forse! Un giorno! Un giorno di questi! Sono arrabbiatissima! Ecco, ora ve lo dico! Bene, ora vi racconto che fine ha fatto il mio uovo in camicia. Vi racconto la storia dell'uovo Kamikaze. Mi documento, leggo da chef importanti le diverse cotture dell'uovo. Avevo tutto l'occorrente, dovevo solo creare il mio uovo in camicia. Metto su la pentola dell'acqua, aspetto il bollore, rompo il mio uovo, lo verso in acqua.. e che fine fa???? Si schianta sul fondo come un Kamikaze. Oh mamma! Il mio uovo è morto! L'acqua sporca di albume, non si capiva niente, era un disastro totale. Ma poiché sono cocciuta e non mi arrendo, ho riprovato. Il secondo tentativo è stata una separazione coniugale, l'albume da una parte e il tuorlo dall'altra. Ma l'uovo c'è l'ha con me??? Al terzo tentativo, ho preferito aiutarmi con il mestolo inserendolo nell'acqua che bolle. Come è andata? Mi fermo, altrimenti finisco per diventare surreale nel racconto, ma è la verità, così ho optato per l'uovo in padella e chi sene importa! Un giorno prima o poi io ti vincerò uovo in camicia, che ti piaccia o no, io ti cuocerò e ti mangerò!!! Provate questa zuppa è fantastica, leggera, stuzzicante nel gusto, appagante, sazia e soprattutto è naturalmente priva di glutine. Buona preparazione a voi!     

sabato 18 ottobre 2014

Fiori di malva



Uno sguardo fotografico ai fiori di malva per tisane ed infusi. Colori forti ed intensi che non si annullano, anzi si esaltano tra loro: il viola e il piombo! Buona permanenza.


Focaccine friabili al rosmarino senza glutine



Quando decido di panificare, nessuno manca all'appello! Perché, sentire il profumo del pane caldo senza glutine appena sfornato è pura poesia. Ho un ricordo attinente di quando ero bambina, quando gli zii venivano a trovare i miei nonni materni. Amavano fare le ore piccole! Chiacchieravano e giocavano  in famiglia. Alcune volte venivano presi da desideri fuori dal comune, come: aspettare l'alba per acquistare la prima sfornata di pane, ungendo le fettine di pane con del buon pomodoro regionale, olio d'oliva, sale e origano. Si! Parlo del pane e pomodoro. Lo scricchiolio di quel pane, la sua mollica soffice, unta di pomodoro dolce, con un filo d'olio pugliese che pizzicava un po’ la gola, batteva qualsiasi merendina. Non era nulla di straordinario, ma a volte gesti così spontanei, lasciano ricordi belli nel cuore dei più piccoli. Queste focaccine sono diverse dal solito impasto, la sua crosta è sottile, appena croccante, ma al suo interno un cuore soffice e succulento. Era quello che cercavo di creare. Qualcosa di spiccato in una semplice focaccia senza glutine. Io vi consiglio di provarla! Magari sfornarla in estate all'alba, condita con dell'ottimo olio d'oliva e pomodoro regionale. Buona preparazione!

martedì 14 ottobre 2014

Braciole di vitello alla pizzaiola senza glutine



Queste braciole senza glutine sono epiche, provengono dalla tradizione famigliare. Trovo imbarazzante dire che sono semplici da realizzare, ma è così! In Puglia le braciole sono un piatto popolare molto in uso, ricordo le braciole di cavallino al pomodoro; strepitose! Trovo una vera ricchezza attingere la creatività dalla tradizione e a volte rielaborarla, ma questa volta ho scelto di restare fedele, questa ricetta non può essere rivisitata. Ora vi svelo il punto forte di questo piatto. Il taglio della carne deve essere ricavato dalla spalla dell'animale, perché questo taglio è allo stesso tempo tenero e succoso, ideale per questa lunga cottura. La cottura non dovete abbreviarla, se lo farete, comprometterete il sapore finale. Fate attenzione agli aromi, freschi e di stagione, soprattutto per quando riguarda l'origano, io utilizzo quello del mio papà, raccolto nel bosco e vi assicuro che c'è molta differenza con quello acquistato, il suo profumo è spiccato. Cosa dirvi di più? Io condivido con voi delle idee, ma a voi sta la scelta! Buona permanenza.   

sabato 11 ottobre 2014

Torta di mele renette senza glutine



Chi ricorda gatto Silvestro, la nonnina dolce e gentile che preparava la torta di mele e la lasciava freddare sul davanzale della finestra??? Che domande faccio!! Tutti la ricordiamo, ricordiamo il cartone simpatico di gatto Silvestro con la sua pronuncia sbarazzina, sempre arrabbiato perché non riusciva mai a papparsi Titti! Bene io ricordo la torta! In questo cartone era davvero invitante. La torta di mele è soffice, deliziosa, polposa al suo interno, ragion per cui non può essere una ricetta difficile. Così vi propongo la mia versione al cucchiaio senza glutine. No! Non si mangia al cucchiaio, ma parlo del metodo e di come lavorarla. Se credi di non sapere nulla di metodo e manipolazione in cucina, o sei al primo approccio, allora devi fare questa buonissima torta senza glutine. Serve solo un contenitore e un cucchiaio, mescoli bene e versi nello stampo, inforni e la casa sarà inondata dal suo profumo invitante. Allora la vogliamo preparare? Buona permanenza!

martedì 7 ottobre 2014

Zuppa senza glutine di fave, cicoria con crostini di parmigiano al curry!


Zuppa, zuppa, zuppa. Ho imparato ad apprezzarle! Creare combinazioni diverse, con tanti e buoni ingredienti. L'ingrediente protagonista di questa ricetta sono le fave. Ho pensato di comporre la ricetta associandola ad altri gusti come la cicoria e il crostino al curry, per dare una spinta in più, per esaltare al palato il sapore vellutato delle fave, come il gusto leggermente amarognolo della cicoria e il rustico, intenso sapore del crostino. Bisogna provare per capire la sua specialità! Immagino questo piatto servito a pranzo con amici, in un granaio trasformato in sala da pranzo ed un grande camino che scoppietta. Un pranzo informale, semplice, che conquista i più piccoli, i più difficili d'accontentare in cucina. Per restare in tema di granaio, ricordo quando con la famiglia andavamo a trovare i nonni materni in campagna, purtroppo il mio è un ricordo molto debole. Ricordo la pace e la serenità che percepivo, un albero bellissimo sul viale prima della casa di campagna e un grande cane bianco, il quale aveva più paura di me. Fu l'ultimo raccolto, l'ultimo ricordo, poi questa magia non lo più vista, i miei nonni si trasferirono in città. Ora basta con i ricordi e torniamo alla zuppa. Allora procuratevi tutti gli ingredienti e fatemi sapere se avete provato la ricetta. Buona permanenza.     

sabato 4 ottobre 2014

Focaccia senza glutine con cipolle e rosmarino


Come ho già scritto: i lievitati dolci e salati sono la mia passione. In questo caso soprattutto se sono semplici e facili da panificare io ci vado a nozze! Ho creato questa ricetta inserendo una farina per me nuova, ricca di fibre che rende la focaccia non solo gustosa, ma anche particolarmente soffice e croccante al suo esterno. Esistono variegate ricette di focacce, io vi propongo la mia prima versione senza glutine! Questo impasto e molto idratato, ricco di bolle, quindi fate attenzione: non dovrete mai manipolarlo con le mani, ma solo impastarlo e versarlo nella teglia. Ho scelto di condirla con le cipolle per la loro dolcezza, si sposano bene con questo impasto così delicato e soffice! Se non avete dimestichezza con gli impasti senza glutine, questo fa per voi. Ora lasciatevi tentare dalla mia focaccia con cipolle senza glutine, poi ditemi se vi sarà piaciuta! Buona permanenza!

mercoledì 1 ottobre 2014

Torta di mele annurca caramellata senza glutine


Torta di mele! Quante versioni esistono? Non ci posso credere; con pochi ingredienti si possono combinare, creare diverse, variegate ricette di torta con le mele! Io amo le varianti, amo combinare gusto e tradizione, quindi aspettatevi una lunga serie di ricette con le mele….., ma non tutte in Ottobre ovviamente, altrimenti divento noiosa! Non so come mai, ma quando penso alla torta di mele, ricordo cappuccetto rosso! Penso al bosco, al lupo cattivo-cattivo e tonto, che se va a magnà la nonna, cappuccetto rosso a casa di esseri umani, ma di quanto in qua, il lupo cattivo esce dalla tana per mangiare la sua preda fuori dal suo territorio? E si! Questa è proprio una favola….Voi invece, per fare la mia torta di mele senza glutine caramellata, non dovrete neanche attraversare il bosco tetro del lupo cattivo, solo al pensiero mi mette paura, e questa bambina, come viene descritta nella favola, si avventura come una super star nel bosco; ma! Questa è proprio una favola! Dicevo; non dovrete attraversare il bosco, neanche parlare con quel muso lungo del lupo cattivo, ma semplicemente ricopiare la mia ricetta, andare nella vostra serena, accogliente, calda cucina per inebriarla di cose buone e dolci. Buon lavoro!