mercoledì 1 ottobre 2014

Torta di mele annurca caramellata senza glutine


Torta di mele! Quante versioni esistono? Non ci posso credere, con pochi ingredienti si possono combinare e creare diverse e variegate ricette di torta con le mele! Io amo le varianti, amo combinare gusto e tradizione, quindi aspettatevi una lunga serie di ricette con le mele….., ma non tutte in questo mese ovviamente, altrimenti sono noiosa! Non so come mai, ma quando penso alla torta di mele penso a cappuccetto rosso! Penso al bosco, al lupo cattivo-cattivo e tanto tono, che se va a magnà la nonna e cappuccetto rosso a casa di esseri umani, ma di quanto in quà il lupo cattivo esce dalla tana per mangiare la sua preda fuori dal suo territorio? E si! Questa è proprio una favola….Voi per fare la mia torta di mele senza glutine caramellata, non dovrete neanche attraversare il bosco cupo e tetro del lupo cattivo, io solo al pensiero di questa scena mi mette paura e questa bambina, come viene descritta nella favola,  si avventura come una super star nel bosco, ma! Questa è proprio una favola! Dicevo: non dovrete attraversare il bosco, neanche parlare con quel muso lungo del lupo cattivo, ma semplicemente ricopiare la mia ricetta e andare nella vostra serena, accogliente, calda cucina di casa vostra, per inebriarla di cose buone e dolci. Buon lavoro!

lunedì 29 settembre 2014

Zuppa senza glutine di ceci con scampi scottati


E anche questa è fatta! Una zuppa per incoraggiare l'autunno che è ancora incerto e poco stabile, con le sue ondate di caldo e qualche ventata di freddo. Le zuppe sono buonissime, scaldano. Le zuppe fatte con ingredienti giusti e di stagione sono molto energetiche, saziano, ci permettono di variare un po’ dal nostro classico food italiano: La pasta! Nei paesi freddi sono bravissimi con le zuppe e loro sanno perché! Infatti amo tantissimo cercare fuori dal mio contesto italiano il cibo che fa cultura, quello della tradizione popolare, semplice e raggiungibile. Ingredienti che troviamo ai mercatini, dove senti il pescivendolo che ti canta la sua mercé, l'ortolano che ti mostra quanto è fresca questa mattina la sua verdura, insomma le zuppe sono una vera arte del gusto vegetariano. Io non conosco molto questo mondo privo di proteine animali, quindi mi perdonino i veri vegetariani, quando parlo della mia zuppa senza glutine! La mia scelta per questa zuppa è stata: concentrarmi sui ceci di diametro piccolo e biologici. Credetemi, la loro consistenza è particolare, anche il sapore. Quindi se volete sposare la mia idea dovete creare la stessa ricetta per i vostri commensali. Ora però, devo lasciarvi alla vostra di cucina e io vado alla mia. Buona preparazione senza glutine!

venerdì 26 settembre 2014

Tagliatelle senza glutine ai ceci con burro e salvia



Signor autunno cosa fa? Mi porta via l'estate! Silenzioso, cupo prende per mano l'estate e gli mette un berretto, gli prepara una valigia e lo accompagna al treno. Saluta la mia estate con un fazzoletto a quadri di cotone gridandogli dall'ultimo fischio del treno " Al prossimo annooooooo….arrivederci! " Con la sua giacca sbarazzina e il suo basco si dirige verso il tempo per cantare la sua musica leggera, soffusa come un flauto dolce per incantare le foglie secche, lasciandole cadere leggiadre come piume. E si! L'autunno saluta le vacanze, il riposo, le passeggiate al mare e le risate dei bimbi che giocano per strada. Ho ricordato una ricetta di una cara amica e ve la voglio proporre. Lei con un marito toscano come non poteva farmi assaggiare queste buonissime tagliatelle ai ceci senza glutine mordi e via?! Lei nell'impasto usa tutta la farina di ceci per creare le tagliatelle, io la preferisco come sapore più leggera, quindi la miscelo con altre farine senza glutine. Un piatto facile e veloce. Riguardo le tagliatelle come devono essere tagliate e il loro spessore esiste un vero e proprio disciplinario. Io non lo seguo! Non ho creato questa ricetta per perdermi tra le regole della gastronomia. Stendo la mia sfoglia a mano senza usare macchinari vari, la sfoglia è lunga 27 cm e non di più altrimenti in acqua le tagliatelle si spezzano. Lo spessore??? Vado a occhio come facevano le nonne di una volta. La cucina non deve essere uno stress, ma un piacere. I capolavori lasciamoli ai nostri maestri chef, la mia è una cucina confortevole. Allora rimediamo questa estate che è stata sfrattata con un caldo piatto di tagliatelle ai ceci senza glutine?    

domenica 21 settembre 2014

La parmigiana senza glutine


La parmigiana senza glutine, un classico della cucina italiana. Non si può modificare, rivisitare, perché essendo un classico come tale deve restare. Una ricetta popolare, la bourguignon delle nonne italiane. Si dice che è stata inserita nei prodotti agroalimentari tradizionali italiani. Quindi non si può sbagliare. La parmigiana è un prodotto tipicamente siciliano, scccccc….silenzio diciamolo sottovoce! Alcuni affermano che è una ricetta tipicamente napoletana, io dico: poiché Napoli e la Sicilia anticamente era il regno delle due Sicilie hanno molto in comune. Io dico solo che, la parmigiana è buona, semplice, ma non facile. Friggere i vegetali non è facile, io di pappine da buttare ne ho fatte con gli ortaggi. Quindi se sbagliamo con la frittura, la parmigiana non avrà successo! In questo, sia la Campania che la Sicilia sono maestri del fritto! La melanzana deve essere di stagione, altrimenti sarà piena di semi e avrà un sapore amaro. Il pomodoro per realizzare il sugo al basilico deve essere dolce e di stagione. Rispettate queste regole e avrete una parmigiana alla Julia Child. Buona preparazione! 

giovedì 4 settembre 2014

Regole per creare degli ottimi bignè senza glutine


1. Non introdurre il panetto del burro intero in acqua bollente, l’evaporazione immediata dell’acqua sbilancia la ricetta dando un risultato diverso. Tagliate in pezzi il burro, a bollore immergeteli.

2. Non dimenticate mai un pizzico di sale da equilibrio al gusto.

3. Il bignè richiede una farina debole cioè senza glutine. Io opto per utilizzare la maizena, il sapore è meno invadente e gelifica subito.

4. L’amido deve essere introdotto in un colpo solo nell’acqua bollente, dopo che si è sciolto il burro, altrimenti si formano i grumi, perché la massa dell' amido viene presto assorbita e cotta.

mercoledì 3 settembre 2014

Vegetali


Uno sguardo ai vegetali. Spesso sono i più odiati dai bambini e anche da alcuni adulti, ma con questi pochi scatti voglio illustrare come possono essere fonte d'ispirazione per diverse ricette nutrienti. I vegetali dovrebbero essere in cima alla nostra piramide nutrizionale. L'Italia è madre di queste verdure buonissime e variegate. Ora vi lascio alle mie foto! Buona permanenza.

lunedì 1 settembre 2014

Crema senza glutine: errori e distrazioni!


La crema pasticcera senza glutine brucia quando:

1. Non usiamo un tegame a doppio fondo .

2. La fiamma troppo violenta.

3. Un’azione manuale insufficiente.

La crema pasticcera senza glutine forma i grumi quando:

1. Viene lasciata raffreddare scoperta dopo la cottura: la pellicola che si forma in superficie indurisce e non si amalgamerà più alla crema.

2. L’inserimento della polvere nel liquido non è fatto con attenzione, non si mescola energicamente con la frusta.

venerdì 29 agosto 2014

Melograni vintage!



Quando creo la composizione di una foto, spesso immagino diversi scenari che richiamano la composizione. Quando ho pensato ai melograni, ho scelto una luce soffusa, naturale, creando anche l'ombra dietro i melograni. Ho immaginato questo frutto su una tavola di campagna provenzale, al dì là di questa tavola un grande camino in pietra molto rustico, antico che sa di vissuto, una cucina grande e luminosa con i suoi piatti da lavare….E si! Perché in una casa vissuta non tutto è perfettamente in ordine e non come quelle che ci hanno fatto credere in alcune pubblicità di merendine, quelle case sono asettiche. Così nel mio immaginario ho ricercato la luce adatta, che esaltasse questi chicchi rossi, intensi e lussuriosi. Ora però lascio a voi il piacere di guardare le foto. Buona permanenza!