sabato 20 dicembre 2014

Torta biscotto al cioccolato morbido senza glutine



La tradizione italiana vuole rigorosamente il suo panettone per queste feste di fine anno. Oggi, dopo anni di esperienza, possiamo dire di poter mangiare un panettone decente senza glutine, le ditte affinano sempre di più le loro preparazioni, avvicinandosi sempre meglio a quello che può essere la pasticceria tradizionale glutinosa. Io dico, se possiamo essere liberi da ogni schema è meglio. Vi propongo questo capolavoro francese cioccolatoso senza glutine e senza farina. Come dice Il Petrin dal suo blog è un connubio di lusso ed eleganza, batte qualsiasi panettone. Vi allego il link, per chi vuole realizzarla con ingredienti non per intolleranti, tratto dal libro La Maison du chocolat Le biscuit moelleux au chocolat . La sua mollica umida, morbida, di forte impatto, rende il dolce veramente strepitoso! Questi francesi!!! Amo le preparazioni francesi, sono curate nel minimo dettaglio, le presentazioni sono eleganti, invitanti, quando poi assaggi, non resti deluso, perché tutto è fedele a ciò che si vede. Proverò comunque a fare questo panettone tradizionale milanese senza glutine, ma ora concentratevi su questo dolce e presentatelo per la fine dell'anno, poi ci risentiamo. Sono sicura che stupirete i vostri commensali, allergici o non, resteranno tutti in silenzio. Buon lavoro e grazie per le visite!

martedì 16 dicembre 2014

Vacherin al melograno senza glutine



Vacherin una meringa senza glutine che sembra panna. Questa versione di meringa senza glutine è simile, nella consistenza, a un semifreddo, ma non lo è. Si mangia al cucchiaio. Se volete proporla come torta è ottima, basta aggiungere della frutta zuccherata aromatizzata e il dolce è fatto. Non dobbiamo preoccuparci se la meringa nel cuore resta morbida, le tracce di salmonella vengono eliminate dalla cottura a 100° per più di un'ora, l'albume viene così pastorizzato. Avere una planetaria aiuta, perché la meringa richiede tempi lunghi per montarla, le fruste non riuscirebbero a inglobare l'aria sufficiente per realizzare una meringa gonfia e corposa. Ho provato entrambe le lavorazioni, concludo dicendo che, la planetaria realizza un prodotto stabile. Il melograno poi è strepitoso, esalta questo dolce, arrotondando il sapore della meringa. Un dolce per questi giorni freddi e piovosi. Allora, cosa aspettiamo? Forza accendiamo il forno!

sabato 13 dicembre 2014

Tartufi senza glutine al cacao, mandorle e cocco



Inutile nasconderlo! Il mondo della pasticceria attrae come una calamita. Secondo me ci sono degli elementi fondamentali, i quali stimolano molto la curiosità dell'individuo a volerlo gustare. La forma del dolce, il colore, gli ingredienti combinati, spingono la persona a voler assaggiare ciò che lo attrae, magari farà anche schifo dopo, ma gli elementi visivi e olfattivi sono i primi sensori ad entrare in campo, i primitivi sensi che ci inducono a non allontanarci da ciò che sembra buono e bello, come un dolce. Il mio obiettivo in questa ricetta è poter mostrare la bontà che sposa la bellezza in un dolce senza glutine, fotogenico, realistico per incoraggiare a cambiare modo di pensare. Non so voi, ma a me è capitato di vedere e leggere negli occhi dei miei cari, un velo di tristezza, a volte di stanchezza, ascoltare parole come queste " Vorrei che tutto fosse più semplice ! ". Ogni volta, quando creo un dolce senza glutine, lo assaggiamo in famiglia, tutti concordiamo all'unisono che è "BUONO", ma questo non è il mio traguardo, ricordo che posso e devo fare sempre meglio, nel rispetto della dignità di queste persone e per condividere che si può ottenere risultati al disopra di ogni difficoltà. Quindi oggi vi presento i miei gioielli neri " Tartufi senza glutine al cacao, mandorle e cocco ", solo non vanno indossati, ma gustati! Buona preparazione.    


martedì 9 dicembre 2014

Gratin senza glutine di finocchi con patate e alici



Ecco, ancora una ricetta della nonna centenaria  in vita. Non credevo fossero così deliziosi i finocchi gratinati, dopo averli provati devo ricredermi. In un periodo così freddo e vicino alle festività, questo contorno può tornarci utile, anche perché basta stratificare gli ingredienti e infornare. Un contorno naturalmente privo di glutine. Sono sempre alla ricerca di creazioni senza glutine, combinare ingredienti senza glutine per semplificare la cucina quotidiana, soprattutto quando ho gli ospiti. Allora aggiungerò al mio diario di bordo senza glutine questa ricetta per me e per voi che mi visitate. Uno scambio di gusti e idee gluten-free. Voglio solo sottolineare un particolare, non esagerate con le alici, altrimenti coprirà il gusto vellutato dei finocchi, il protagonista della ricetta è il finocchio, se copriamo il suo sapore non ci sarà equilibrio. Buona preparazione.  

sabato 6 dicembre 2014

Biscotti senza glutine da te con farina di riso integrale



Per me l'inverno sa di biscotti, una frolla croccante, aromatica, il profumo del calore di casa. Ma questa frolla ha un sapore davvero speciale. La farina di riso integrale, conferisce all'impasto un carattere profumato e rustico, sposa benissimo le bevande calde, come può essere un tè o un caffè lungo. Mentre preparo la lista di ricette per Dicembre, rifletto sul Natale. Vorrei scrivere tante parole su questa ricorrenza, ma dirò solo alcune cose. Il Natale non è quell'albero pieno di luci che incanta tutti i bambini. Il Natale non è il rumore festoso di gente presa dagli ultimi acquisti. Non è la favola di un uomo, spesso confuso con babbo natale. Non è il rosso del tuo colore fortunato. No! Il Natale sono i passi di colui che nel silenzio ha bussato alla porta degli uomini. Scalzo ci ha raggiunti! I suoi occhi si fermano su coloro i quali del Natale non conoscono neanche il calore di una luce cosa sia. Di quelli che del cielo ne hanno fatto una coperta e delle stelle il loro lume per non morire senza speranza! Il natale non si è vestito di rosso, ma di GLORIA, portando un nome speciale, entrando in silenzio, ha lasciato un messaggio unico. Non è venuto con un sacco pieno di regali, ma in quel sacco ha messo le nostre preoccupazioni, facendosi carico del peso. Questo è il Natale! 

martedì 2 dicembre 2014

Biscotti da inzuppo senza glutine



Che bello è l'alba! Uno dei momenti che preferisco della giornata, nuovi progetti e tanto da fare, ma prima di tutto, una buona colazione che da la carica, mentre guardo le ultime notizie. Ricordo quando da bambina, la mamma ci regalava una volta tanto, nel suo caos lavorativo e intenso, un giorno speciale! Ci svegliava con tante cose buone, dolci, sembrava la tavola di Zio Paperone. Qualche volta, anche io preparo ai miei bambini una colazione speciale. Questa è la mia colazione per voi, una buona tazza di caffè caldo che sa di amicizia, una tovaglia bianco candido di pizzo antico, per rendere l'atmosfera dolce e serena, candele profumate alla lavanda, per non dimenticare la sincerità nei rapporti, e dei buonissimi biscotti al latte da inzuppo senza glutine, per esaltare il sapore di questo incontro…..Questo è per voi che mi visitate, un modo virtuale per dirvi GRAZIE! Un buon inizio di Dicembre che vi accompagna fino al termine di questo vecchio ormai anno 2014. 

sabato 22 novembre 2014

Fegato con cipolle di Tropea e friggitelli senza glutine



Quante volte ho visto la nonna cuocere i friggitelli, ma ancora adesso che è centenaria! Si, si! Lei è una centenaria. Quando eravamo bambini, si organizzavano le gite in spiaggia con gli zii, la mamma non faceva mai  mancare nel suo contenitore sottovuoto, i friggitelli. Lei, in cucina, non ci andava leggera e neanche adesso. Amo ricordare queste ricette senza glutine, perché provengono da mani di persone che mi sono care. Ecco perché la cucina e cultura. Attraverso di essa possiamo educare i bambini ad apprezzare ogni cosa, stimolarli a scoprire nuovi gusti, a non fissarsi sempre con gli stessi sapori, insegnarli a gustare e provare nuove consistenze. La cucina esprime anche la presenza di qualcuno che si prende cura di te, una figura stabile, rassicurante. Oggi è sempre meno presente questa figura! A me ha dato tanto….Ma ora voglio spendere due parole sui prodotti che userete per creare questa ricetta. Scegliete sempre friggitelli di stagione, che hanno una polpa spessa, altrimenti in cottura vi resterà solo la corteccia, a me è successo. Quando acquistate il fegato, lasciatevi consigliare dal vostro macellaio di fiducia, tagliato da un pezzo di vitello giovane. Il fegato è delicato, se non proviene da un animale che è stato controllato potrebbe diventare indigesto. Quando cuocete il fegato, non prolungatevi nella cottura diventa asciutto e coriaceo. La cottura è il punto forte per questa ricetta, non sbagliatela. Pensiamo a una giornata fredda e piovosa, a un buon bicchiere di vino rosso robusto e un piatto così ricco, magari condiviso con amici, diventerà una giornata speciale! Buona preparazione. 

lunedì 17 novembre 2014

Autunno, ancora autunno! Tra foglie e colori



L'autunno è il periodo dell'anno più colorato. Pensavo fosse la primavera! Invece devo ricredermi. Certo! Quando si seguono le stagioni osservandole attraverso una macchina fotografica, ti accorgi di quante tonalità diverse l'autunno ci regala. C'è l'imbarazzo della scelta! Il cielo regala la giusta luce che occorre per catturare questi scenari davvero belli. Io li amo, così mi sono permessa di condividerli con voi, cercando di suscitare nel vostro cuore le stesse emozioni che a me ha dato l'autunno! Allora, buona permanenza e grazie per la visita. 

lunedì 10 novembre 2014

Autunno! Il pennello dai mille colori




Come al solito commento, racconto i miei post, le ricette, ma questa volta no! Quando si osserva una foto, un quadro, il silenzio, la meditazione sono gli ingredienti indispensabili per godere appieno l'arte. Per questa ragione, ora faccio silenzio, in punta di piedi mi ritiro dietro al blog, per lasciarvi osservare questi scatti autunnali dipinti da sfumature calde, con tutta la serenità che vi occorre. Buona permanenza. 

domenica 9 novembre 2014

Shortbread senza glutine con farina di caldarroste



La pioggia, le foglie che cadono, il freddo indeciso e timoroso, questo è l'autunno. Mentre osservo il tempo che cambia, mi lascio prendere dalle caldarroste. Buoneeee! Un buon bicchiere di vino rosso, un pezzo di formaggio, le caldarroste e abbiamo realizzato una cena facile, ricca di vitamine. Quando le ricette senza glutine diventano puro divertimento io le adoro. La frolla shortbread è tipicamente scozzese, burrosa, ma così burrosa che sembra velluto in bocca. Un ottima base per diversi dessert, dolci e torte. La classica shortbread è fatta solo di: farina, burro e zucchero. Mi sono divertita a conferirgli un gusto autunnale, appunto: con le caldarroste. Io ho fatto dei biscotti senza glutine, ma voi potete crearla come meglio preferite. La frutta secca, tostata, aggiunta alla frolla, esalta il suo sapore, rendendola irresistibile. Questa frolla senza glutine scozzese è pericolosa se siete a dieta, va giù come una scivolata. La mia versione è semplice, confortevole, senza glutine! Allora non aspettiamo, corriamo in cucina e proviamola!