sabato 22 novembre 2014

Fegato con cipolle di Tropea e friggitelli senza glutine



Quante volte ho visto la nonna cuocere i friggitelli, ma ancora adesso che è centenaria! Si, si! Lei è una centenaria. Quando eravamo bambini, si organizzavano le gite in spiaggia con gli zii, la mamma non faceva mai  mancare nel suo contenitore sottovuoto, i friggitelli. Lei, in cucina, non ci andava leggera e neanche adesso. Amo ricordare queste ricette senza glutine, perché provengono da mani di persone che mi sono care. Ecco perché la cucina e cultura. Attraverso di essa possiamo educare i bambini ad apprezzare ogni cosa, stimolarli a scoprire nuovi gusti, a non fissarsi sempre con gli stessi sapori, insegnarli a gustare e provare nuove consistenze. La cucina esprime anche la presenza di qualcuno che si prende cura di te, una figura stabile, rassicurante. Oggi è sempre meno presente questa figura! A me ha dato tanto….Ma ora voglio spendere due parole sui prodotti che userete per creare questa ricetta. Scegliete sempre friggitelli di stagione, che hanno una polpa spessa, altrimenti in cottura vi resterà solo la corteccia, a me è successo. Quando acquistate il fegato, lasciatevi consigliare dal vostro macellaio di fiducia, tagliato da un pezzo di vitello giovane. Il fegato è delicato, se non proviene da un animale che è stato controllato potrebbe diventare indigesto. Quando cuocete il fegato, non prolungatevi nella cottura diventa asciutto e coriaceo. La cottura è il punto forte per questa ricetta, non sbagliatela. Pensiamo a una giornata fredda e piovosa, a un buon bicchiere di vino rosso robusto e un piatto così ricco, magari condiviso con amici, diventerà una giornata speciale! Buona preparazione. 

lunedì 17 novembre 2014

Autunno, ancora autunno! Tra foglie e colori



L'autunno è il periodo dell'anno più colorato. Pensavo fosse la primavera! Invece devo ricredermi. Certo! Quando si seguono le stagioni osservandole attraverso una macchina fotografica, ti accorgi di quante tonalità diverse l'autunno ci regala. C'è l'imbarazzo della scelta! Il cielo regala la giusta luce che occorre per catturare questi scenari davvero belli. Io li amo, così mi sono permessa di condividerli con voi, cercando di suscitare nel vostro cuore le stesse emozioni che a me ha dato l'autunno! Allora, buona permanenza e grazie per la visita. 

lunedì 10 novembre 2014

Autunno! Il pennello dai mille colori




Come al solito commento, racconto i miei post, le ricette, ma questa volta no! Quando si osserva una foto, un quadro, il silenzio, la meditazione sono gli ingredienti indispensabili per godere appieno l'arte. Per questa ragione, ora faccio silenzio, in punta di piedi mi ritiro dietro al blog, per lasciarvi osservare questi scatti autunnali dipinti da sfumature calde, con tutta la serenità che vi occorre. Buona permanenza. 

domenica 9 novembre 2014

Shortbread senza glutine con farina di caldarroste



La pioggia, le foglie che cadono, il freddo indeciso e timoroso, questo è l'autunno. Mentre osservo il tempo che cambia, mi lascio prendere dalle caldarroste. Buoneeee! Un buon bicchiere di vino rosso, un pezzo di formaggio, le caldarroste e abbiamo realizzato una cena facile, ricca di vitamine. Quando le ricette senza glutine diventano puro divertimento io le adoro. La frolla shortbread è tipicamente scozzese, burrosa, ma così burrosa che sembra velluto in bocca. Un ottima base per diversi dessert, dolci e torte. La classica shortbread è fatta solo di: farina, burro e zucchero. Mi sono divertita a conferirgli un gusto autunnale, appunto: con le caldarroste. Io ho fatto dei biscotti senza glutine, ma voi potete crearla come meglio preferite. La frutta secca, tostata, aggiunta alla frolla, esalta il suo sapore, rendendola irresistibile. Questa frolla senza glutine scozzese è pericolosa se siete a dieta, va giù come una scivolata. La mia versione è semplice, confortevole, senza glutine! Allora non aspettiamo, corriamo in cucina e proviamola! 

martedì 28 ottobre 2014

Ali di pollo alla paprica piccante senza glutine



I secondi che non m'ingabbiano in cucina sono le mie ricette preferite. Perché mi permettono di fare tante cose allo stesso momento. Questa ricetta, povera d'ingredienti, ma ricca nel gusto è l'ideale per chi ama la carne ben cotta. Le ricette di secondi senza glutine sono infinite. Chi ospita una persona intollerante al glutine, no deve farsi prendere dal panico, bastano poche idee facili per dare un grande benvenuto a chi è intollerante, senza barriere e senza ostacoli! Le ali di pollo…..!!! Ricordo quando mia mamma le cuoceva alla diavola. Di fiammate in cucina ne ho viste, anche alte 50 cm. Infatti, ero terrorizzata ogni volta che ci diceva: domani ali alla diavola!!!! Oh mamma, pensavo ora ci dà fuoco. Lei, che domava sempre quelle fiamme ribelli, alla fine però, riusciva sempre nel suo intento. Certo! Se metti il fuoco al massimo, l'olio schizza e si creano quelle fiamme spettacolari! Mi chiedo come mai non si è mai bruciata i capelli. Io vi propongo una cottura più sicura e domabile, niente fiamme da circo! Questa cottura non la dovete sbagliare, perché lascia la carne succosa all'interno e ruspante in crosta. Seguite bene la ricetta e avrete un pollo da leccarvi le dita! Certo, perché anche il galateo dice che il pollo si mangia con le mani. Allora andiamo in cucina e prepariamo le ali di pollo alla paprica senza glutine.

venerdì 24 ottobre 2014

Zuppa di porri allo zenzero senza glutine



Quando ho pensato a questa zuppa, ho realizzato subito l'idea di condirla con l'uovo in camicia! Si! Forse! Un giorno! Un giorno di questi! Sono arrabbiatissima! Ecco, ora ve lo dico! Bene, ora vi racconto che fine ha fatto il mio uovo in camicia. Vi racconto la storia dell'uovo Kamikaze. Mi documento, leggo da chef importanti le diverse cotture dell'uovo. Avevo tutto l'occorrente, dovevo solo creare il mio uovo in camicia. Metto su la pentola dell'acqua, aspetto il bollore, rompo il mio uovo, lo verso in acqua.. e che fine fa???? Si schianta sul fondo come un Kamikaze. Oh mamma! Il mio uovo è morto! L'acqua sporca di albume, non si capiva niente, era un disastro totale. Ma poiché sono cocciuta e non mi arrendo, ho riprovato. Il secondo tentativo è stata una separazione coniugale, l'albume da una parte e il tuorlo dall'altra. Ma l'uovo c'è l'ha con me??? Al terzo tentativo, ho preferito aiutarmi con il mestolo inserendolo nell'acqua che bolle. Come è andata? Mi fermo, altrimenti finisco per diventare surreale nel racconto, ma è la verità, così ho optato per l'uovo in padella e chi sene importa! Un giorno prima o poi io ti vincerò uovo in camicia, che ti piaccia o no, io ti cuocerò e ti mangerò!!! Provate questa zuppa è fantastica, leggera, stuzzicante nel gusto, appagante, sazia e soprattutto è naturalmente priva di glutine. Buona preparazione a voi!     

sabato 18 ottobre 2014

Fiori di malva



Uno sguardo fotografico ai fiori di malva per tisane ed infusi. Colori forti ed intensi che non si annullano, anzi si esaltano tra loro: il viola e il piombo! Buona permanenza.


Focaccine friabili al rosmarino senza glutine



Quando decido di panificare, nessuno manca all'appello! Perché, sentire il profumo del pane caldo senza glutine appena sfornato è pura poesia. Ho un ricordo attinente di quando ero bambina, quando gli zii venivano a trovare i miei nonni materni. Amavano fare le ore piccole! Chiacchieravano e giocavano  in famiglia. Alcune volte venivano presi da desideri fuori dal comune, come: aspettare l'alba per acquistare la prima sfornata di pane, ungendo le fettine di pane con del buon pomodoro regionale, olio d'oliva, sale e origano. Si! Parlo del pane e pomodoro. Lo scricchiolio di quel pane, la sua mollica soffice, unta di pomodoro dolce, con un filo d'olio pugliese che pizzicava un po’ la gola, batteva qualsiasi merendina. Non era nulla di straordinario, ma a volte gesti così spontanei, lasciano ricordi belli nel cuore dei più piccoli. Queste focaccine sono diverse dal solito impasto, la sua crosta è sottile, appena croccante, ma al suo interno un cuore soffice e succulento. Era quello che cercavo di creare. Qualcosa di spiccato in una semplice focaccia senza glutine. Io vi consiglio di provarla! Magari sfornarla in estate all'alba, condita con dell'ottimo olio d'oliva e pomodoro regionale. Buona preparazione!